Repórter italiano reverencia equipe do futsal alegretense em reportagem na Itália

Nesta semana os dirigentes do Lazio equipe de futsal de Alegrete ficaram surpresos com uma mensagem através da rede social Facebook.

Um repórter italiano setorista do Lazio daItália Stefano Fiori, entrou em contato com os diretores do time Alegretense e questionou a história do clube e fez uma referência para o site Sololalazio. “Bah,  sem palavras para descrever. Sentimento de orgulho de ser visto por representar o clube Lazio, um clube grande de elite italiana. Mesmo sendo um time amador nosso clube foi lembrado fora do país”, destacou Juliano Bonassa um dos integrantes do Lazio de Alegrete.

Os desportistas Diego Neymaier, Cristian Oliveira e Juliano Ajambuja são três fundadores da Lazio de Alegrete que permanece no time até hoje. Em junho de 2016, a turma de amigos que se reunia aos sábados para jogar bola resolveu levar a brincadeira a sério. Resolveram montar uma equipe para disputar as competições municipais. O nome teria de ser um nome expressivo com um mascote com a simbologia. Daí escolheram a imponente águia do Societá Sportiva Lazio.

Desde o dia 20 de junho de 2016, a turma do Lazio de Alegrete luta bravamente para honrar o time da águia italiana. “Uma história fantástica. Vamos publicar algo sobre vocês”, comentou o repórter exclusivo da Lazio.

Nesta quinta-feira (20), o Lazio comemora seu terceiro ano em meio a muita vontade de bem representar e reunir a turma para o futsal, seja nas horas de lazer ou nas competições municipais. Atualmente o Lazio disputa o campeonato citadino de futsal da série “A” e ocupa a quarta colocação no grupo B, enquanto o outro Lazio é o oitavo colocado na série “A” do campeonato italiano.

Confira a reportagem do site italiano:

C’è una “Lazio” anche in Brasile: “Onoriamo questa grande squadra”

Sapevate che ad Alegrete, c’è una squadra di futsal che ha scelto il nome, lo stemma e i colori della Lazio? Li abbiamo intervistati, ecco la loro storia

Una Lazio speciale, distante “qualche” chilometro da Roma e pochissimi dal confine con l’Uruguay. La sua casa è Alegrete, una cittadina di quasi 80mila abitanti del Rio Grande do Sul.

Siamo nell’estremo sud del Brasile, nella terra più gaúcha del mondo. Per incentivare lo sport, la prefettura locale organizza ogni anno un torneo di calcio a 5: il Campeonato Citadino de Futsal.

La Lazio Alegrete protagonista nel Campeonato Citadino de Futsal

Parliamo di una competizione organizzatissima, patrocinata anche dal Servizio Social del Commercio dello stato: c’è la prima divisione, con le ultime due squadre che retrocedono e lasciano spazio alle prime due della seconda categoria. La “Serie A” è divisa a sua volta in due gironi: nel gruppo A si sfidano quest’anno AABB, AEC, Point 10 Lancheria, Ser Atlas e Celtic. Ma è nel gruppo B, insieme a Boca Juniors, Velha União, AGN e Locomotiva, che troviamo la Lazio.

Il nome non è l’unico omaggio alla prima squadra della Capitale: anche lo stemma è lo stesso e ovviamente i colori sociali. Rispetto ai biancocelesti di Simone Inzaghi, cambiano solamente le maglie. Gli elementi per incuriosirci, insomma, ci sono tutti. Capire da dove nasce l’idea di creare una “Lazio brasiliana” solletica troppo per non chiedere ai diretti interessanti di svelarci la loro storia:

“Volevamo un nome e un simbolo che fossero d’impatto”

Ecco allora cosa ci hanno raccontato Diego Neimayer, Cristian Oliveira, Juliano Azambuja Ribas – tre dei fondatori originari della squadra – e gli altri ragazzi della Lazio Alegrete:

“Giocavamo insieme tutti i sabati, allora un giorno ci siamo detti: «Perché non ci iscriviamo a qualche campionato?». Dovevamo quindi scegliere come chiamarci. Tutti eravamo d’accordo sul fatto che dovessimo ispirarci a una squadra con un nome di grande impatto e che avesse un simbolo straordinario”.

Su chi è ricaduta la scelta, l’avrete intuito:

“Abbiamo pensato alla Lazio, alla sua aquila imponente, capace di motivare chiunque scenda in campo. Ed ecco il nome, Lazio Alegrete”.

Da quel 20 giugno 2016, i nostri amici biancocelesti d’Oltreoceano partecipano al campionato di futsal locale:

“Non abbiamo ancora conquistato un titolo, ma facciamo il massimo per rappresentare come si deve una grande squadra come la Lazio”.

E noi gli auguriamo di onorare al meglio i colori biancocelesti, anche a migliaia di chilometri di distanza da Roma.

Por: Stefano Fiori

Júlio Cesar Santos                           Fotos: Reprodução

Compartilhe
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Deixe uma resposta

O seu endereço de e-mail não será publicado. Campos obrigatórios são marcados com *